Professione

Attrezzi del mestiere. Quando ti chiedi: -e adesso?-

Nella vita lavorativa è importante possedere ed utilizzare al meglio gli attrezzi del mestiere.

Per chi si occupa di educazione/formazione tali attrezzi non sono facili da individuare e di certo non possono essere semplicemente acquistati in una ferramenta!

Il primo passo per costruire il proprio bagaglio di strumenti del mestiere è lavorare su se stessi e conoscersi al meglio. Nel mondo del lavoro odierno è necessario appropriarsi di tecniche ci aiutino a superare momenti di cambiamento e trasformazione consci di avere costruito nel tempo la nostra cassetta degli attrezzi.

Vi propongo un modello dal Piccolo manuale delle decisioni strategiche di M. Krogeurs e R. Tschäppeler, un efficace test per rispondere ad una domanda che spesso ci poniamo e alla quale talvolta fatichiamo nel dare risposta:

E ADESSO?

Prima o poi nella vita ci si trova ad un bivio e ci si pone la domanda: “E adesso?”. L’indicatore personale (così è definito questo modello) vi viene in aiuto in questi momenti, facendovi trovare una direzione da seguire. Completate il modello rispondendo alle seguenti domande per scoprire cosa influisce sulla vostra decisione.

DA DOVE VENITE?

Cosa eravate? E cosa siete ora? Quali sono stati gli eventi, le persone, gli ostacoli decisivi nella vostra vita? Pensate all’infanzia, alla vostra formazione, a tutto ciò che possa aver influenzato ciò che siete oggi. Annotate le parole chiave che vi sembrano interessanti.

COS’È VERAMENTE IMPORTANTE PER VOI?

Scrivete le tre cose che vi sono venute in mente per prime! Non serve essere molto precisi o dettagliati. Quali sono i vostri valori? A quali principi non rinuncereste? Quando tutto va per il verso sbagliato, cosa rimane?

QUALI PERSONE SONO IMPORTANTI PER VOI?

Pensate a coloro i quali danno giudizi per voi fondamentali, che influiscono sulle vostre decisioni. Stiamo parlando di chi è interessato alle vostre scelte, prendete in esame le persone che vi piacciono e chi vi incute timore.

COSA VI COSTRINGE?

Quali sono quei pensieri o doveri che vi impediscono di riflettere sulle cose veramente importanti della vita? Cosa vi spinge, pressandovi? E ancora, cosa dovete fare? Entro quando?

DI COSA AVETE PAURA?

Indicate le persone, le cose e le situazioni che vi preoccupano, togliendovi le forze per tutto il resto.

Completata la lista, osservate attentamente i vostri appunti: cosa manca? Le parole chiave descrivono veramente voi stessi? Se necessario completate parole chiave e domande.

Ora, attraverso ciò che avete ricostruito individuate le vie che avete dinnanzi!

Gli autori lasciano un esempio:

La via nota (che ho già percorso), la via che mi affascina (spaventa ma attrae), la via che immagino nei miei sogni (non importa se si realizzeranno o meno – la domanda è: cosa sognate?), la via che mi sembra più intelligente (il cammino che mi verrebbe consigliato da persone il cui giudizio è per me molto importante), la via sconosciuta (quella che ancora non abbiamo immaginato), la via del ritorno (ci siamo persi qualcosa lungo il cammino?).

E per finire un’ultima domanda: quand’è l’ultima volta che avete fatto qualcosa per la prima volta?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Enjoy this blog? Please spread the word :)